LECCO – Anche una studentessa del Bertacchi di Lecco: Sara Fustella (classe 2UA) ha partecipato, sabato 23 aprile scorso, nella sede del polo universitario di Palermo, alla competizione nazionale dei Giochi Matematici del Mediterraneo 2016 organizzati dall’Accademia Italiana “Alfredo Guido” di Misilmeri (Palermo).

Alunna meritevole con una ottima media del 9 nell’a.s. precedente, Sara fa parte del gruppo delle eccellenze del Bertacchi, coordinati dalla Prof.ssa Simonetta Cicciarella.

L’alunna si è classificata alle fasi nazionali 49 ^ su 88 della categoria S5 relativa alle classi seconde delle scuole secondarie di secondo grado.

Sara Fustella il giorno della competizione nazionale a giochi matematici

Sara Fustella il giorno della competizione nazionale a giochi matematici

Sara si è contraddistinta per tenacia, impegno e voglia di mettersi in gioco. I giochi prevedevano il superamento di diverse fasi: istituto, regionale e nazionale. La studentessa le ha superato tutte con buon i risultati, coronati da una trasferta a Palermo di due giorni. Accompagnata dalla prof.ssa Nunzia Maniglia, docente di matematica del Bertacchi, Sara ha avuto la possibilità di visitare la splendida città di Palermo, di ammirarne le sue bellezze artistiche, di gustare i piatti tipici e di vivere un’emozionante esperienza competitiva a carattere nazionale.

“Per il Bertacchi si tratta della prima esperienza: è il primo anno che l’istituto partecipa ai campionati della matematica e siamo molto orgogliosi del traguardo raggiunto dalla nostra alunna” – afferma il Dirigente Scolastico Prof. Raimondo Antonazzo.

Ma i Giochi Matematici del Mediterraneo sono solo alcune delle iniziative proposte e portate avanti dal Bertacchi, nell’ottica di valorizzare i ragazzi eccellenti.

Lo scorso 18 Aprile, una squadra di 5 alunne, Bodega Cecilia e Corti Veronica 2 UC, Chiara Ciraci 2UB, Sara Fustella e Gloria Vergani 2UA, hanno sfidato 3 squadre dell’Istituto Maire Curie di Tradate in occasione della fase regionale dell’Asso della Grammatica, sesta edizione, categoria Junior riservata al biennio delle scuole superiori. Le alunne, coordinate durante gli incontri preparatori dai docenti Cattaneo Valeria e Colombo Filippo, alla fine della gara hanno ottenuto un punteggio ex-aequo, ma il lancio finale dei dadi ne ha decretato purtroppo l’esclusione.

Prof.ssa Valeria Cattaneo, Cecilia Bodega, Chiara. Ciraci, Veronica Corti, Gloria Vergani, Sara fustella

Prof.ssa Valeria Cattaneo, Cecilia Bodega, Chiara. Ciraci, Veronica Corti, Gloria Vergani, Sara fustella

“Per l’istituto l’unica squadra partecipante si è confrontata alla pari con altre 3 squadre di un istituto che già l’anno precedente si era classificato primo alle nazionali e che detiene il titolo di Asso della Grammatica”– spiega la Prof.ssa Cattaneo, docente di lettere “Si tratta delle uniche Olimpiadi cooperative a carattere nazionale relative alle competenze nella grammatica italiana, organizzate dall’associazione Formac EDUCATIONAL, in collaborazione con l’Università degli studi di Catania. Lo slancio motivazionale della competizione, unito alla potenza del lavoro di squadra, tra intelligenze multiple, può contribuire allo studio della grammatica italiana con un approccio estremamente ludico. Questa modalità di apprendimento ha coinvolto e stimolato le ragazze a esprimere il meglio di se stesse soprattutto nelle domande delle carte Sfida e Creatività. La competizione si basa sul gioco da tavolo inventato dalla Formac Educational e consiste nel rispondere ai 400 diversi quesiti sulla morfologia, sintassi e sull’uso della grammatica in contesti quotidiani. Risulta vincitrice la squadra che ha ottenuto il maggior numero di Assi (ad esempio, Asso dell’articolo, Asso dell’aggettivo, del verbo, del soggetto …) entro un tempo di gioco prestabilito. Ci ripromettiamo di partecipare il prossimo anno con più squadre e di speriamo di avere più fortuna con la sorte “.

 Tradate tavolo da gioco :le concorrenti del Bertacchi contro il Liceo Marie Curie di Tradate

Tradate tavolo da gioco :le concorrenti del Bertacchi contro il Liceo Marie Curie di Tradate