Nemmeno il tempo di ricominciare l’anno scolastico, che per alcuni studenti dell’Istituto Bertacchi di Lecco è già arrivata l’ora di affrontare un nuovo, entusiasmante viaggio. Il prossimo 6 settembre, infatti, Giorgia, Claudia, Miriana e Daniele – iscritti alla classe terza dell’indirizzo professionale e del liceo economico-sociale – partiranno alla volta di Nyon, nella Svizzera francese, per uno scambio individuale della durata di due settimane, durante il quale avranno la possibilità di frequentare le lezioni insieme ai loro “corrispondenti” e di migliorare la loro lingua.

Bertacchi_presentazione_scambi

Claudia, Giorgia, Miriana e Daniele tra gli insegnanti Valeria Cattaneo e Andrea Bello

“Per noi è il proseguimento di una lunga e fruttuosa tradizione, portata avanti con successo negli anni anche dopo la “perdita” dell’indirizzo linguistico” ha spiegato l’insegnante Valeria Cattaneo. “Questi scambi hanno come punto imprescindibile l’accoglienza in famiglia, forse il più importante luogo di incontro tra culture e tradizioni diverse: entro novembre, quindi, arriveranno a Lecco sei ragazzi elvetici, che a loro volta avranno l’occasione di immergersi in un mondo un po’ diverso dal loro e di migliorare la loro conoscenza dell’italiano”.
Ad accompagnare Giorgia, Claudia, Miriana e Daniele a Nyon sarà il Prof. Andrea Bello (vice-preside dell’Istituto Bertacchi), mentre sarà compito delle insegnanti Maria Grazia Romersi e Simonetta Cicciarella coordinare lo scambio di gruppo a Vilnius, in Lituania, che dal 30 settembre vedrà coinvolti ben 18 ragazzi di diversi indirizzi di studio: il soggiorno, che in questo caso avrà la durata di una settimana, ha come obiettivi, oltre al potenziamento della lingua inglese, la conoscenza di aspetti storici, sociali e culturali dei due Paesi, nonché il rafforzamento della capacità di lavoro di gruppo anche al di fuori dell’ambiente scolastico.
“Nel mese di aprile, poi, il nostro Istituto, in collaborazione con le famiglie, ricambierà ancora una volta l’ospitalità dei nostri amici lituani” hanno concluso gli insegnanti. “Il programma di attività si prospetta già molto ricco: sicuramente saranno proposte ai ragazzi visite di splendide località, prestigiosi monumenti e luoghi di interesse storico sul nostro territorio, con l’obiettivo di rafforzare il loro “bagaglio” di cittadini europei. Ci attende, insomma, un anno scolastico molto ricco ed entusiasmante”.