Pubblicato su Lecco on line:  Giovedì 06 aprile 2017 alle 12:00

Una iniziativa all’insegna dello sport, del divertimento e della condivisione ha coinvolto nella mattinata di oggi, giovedì 6 aprile, decine di studenti di alcune scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio, che si sono sfidati nella corsa veloce, il salto in lungo, la staffetta e il lancio del vortex sui campi del centro sportivo del Bione.

“L’inclusione attraverso lo sport”, questo il significativo titolo dato alla manifestazione, è stata promossa da Special Olympics in collaborazione con l’ufficio scolastico provinciale e grazie al prezioso contributo di CAB Polidiagnostico e Acel Service.

Scopo del progetto – cui hanno aderito le “medie” di Introbio, Cremeno e la Stoppani di Lecco (altri ragazzi di Robbiate hanno partecipato con il gioco delle bocce in un’altra giornata) unitamente ai ragazzi più grandi del Parini, Bertacchi e Fumagalli di Casateonovo – è quello di far gareggiare insieme, sullo stesso livello, i ragazzi disabili insieme ai loro compagni di classe, che li hanno accompagnati nelle diverse prove fisiche.

“E’ una giornata sportiva che permette a noi, che non possiamo correre come gli altri, di metterci alla prova come tutti” ha spiegato Federico, studente del Parini che insieme al compagno Giona ha partecipato alla gara di velocità con le sedie a rotelle e al lancio del vortex. “Ringrazio tutti i compagni per il tifo, la professoressa Renata Zuffi e tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo”.

 

All’iniziativa, come ha spiegato il direttore di Special Olympics Elvio Frisco, hanno collaborato i cronometristi Fidal e Csi oltre a insegnanti e volontari, che si sono messi a disposizione nella bella giornata dedicata allo sport che supera tutte le barriere.